Il piano di Pudding

Charlotte Pudding: cos’ha in mente?

In questi giorni non si parla d’altro: Pudding, secondo molti, dovrebbe togliersi la vita; secondo altri, farà solo finta di suicidarsi. Francamente, per me non avverrà ne l’una ne l’altra soluzione, e vi spiego rapidamente perché:

  1. Una persona che ha realmente questa intenzione non lo dice mai a nessuno, per ovvi motivi. Al massimo lascia qualcosa per iscritto.
  2. In One Piece, che di suo è uno shonen, il tema del suicidio è già stato toccato con Baby 5 e Kaido. Abbiamo già potuto appurare il modo in cui Oda si approccia a temi simili. Se mai dovesse farla suicidare davvero, io, lo dico e lo faccio, smetto di leggere One Piece a vita.
  3. Pudding sta agendo, non tanto per sé, quanto per Sanji. Se si ammazzasse per renderlo libero, lo distruggerebbe emotivamente ancora di più. Altro che rabbia da Super Saiyan.
  4. Oda è un bastardo, e la maggior parte dei suoi lettori di volta in volta cade nelle sue trappole come un fesso. Ricordate la saga di Zo, quando Nami, in lacrime, disse a Luffy che era capitato qualcosa di brutto a Sanji? Da che si pensava che fosse rimasto gravemente ferito, o chissà che, si scoprì che in realtà non l’avevano neanche rapito… se ne era andato lui di sua spontanea volontà, giusto per risolvere una questione personale. Sono i soliti cliffhanger alla caz*o di cane usati da Oda per mettere suspense e apprensione, per poi trollarci tutti.

Piuttosto, è giusto e lecito pensare che accadrà qualcosa che farà arrabbiare Sanji oltre ogni dire, con o senza il famoso risveglio dei geni sopiti. Questo è principalmente il motivo per cui Oda ce lo ha presentato in versione “principessa”. C’è chi non l’ha gradito. Io, pur non essendo un fan del personaggio, devo dire di aver apprezzato molto questa scelta, perché pone esattamente le basi per il discorso che stiamo facendo.

Sanji ha metabolizzato la faccenda. Ha passato le ultime ore cercando di assicurarsi che quella fosse la soluzione migliore per tutti. Ha persino parlato con Big Mom, pur di essere assolutamente certo che ogni sua prossima mossa non avrebbe comportato ritorsioni sui suoi amici. Adesso è completamente immerso nel ruolo di futuro sposo, di amante perfetto e galante quale sente di esser sempre stato.

Cosa accadrà, quindi?

Provo a teorizzare un poco, sparandone qualcuna qui e li.

Charlotte Pudding Lola

Premessa. Nell’immagine scelta, Lola dice una frase interessante: “Non preoccuparti, non mi ucciderà”. Questa frase mi ha dato un po’ l’input per quanto segue.

Pudding da persona buona, sincera e “ingenua”, secondo me, dirà a Big Mom che non ha intenzione di sposarsi, molto probabilmente giustificando l’azione di sua sorella Lola e dicendo di voler essere parimenti libera di scegliere il suo matrimonio, convinta che Big Mom non le farà nulla, proprio come è accaduto con Lola. Ma l’imperatrice, già furente per l’azione di Lola, perderà il senno e attaccherà Pudding. Probabilmente le risucchierà anni di vita fino a ucciderla (?!) proprio come fece con Moscato (??!)… tutto questo sotto gli occhi di Sanji.

A quel punto ogni certezza del cuoco crollerà. Venuta a mancare colei che lo teneva saldo alle sue vacillanti convinzioni, tornerà a ponderare l’idea di partenza: sconfiggere l’intera ciurma dell’imperatrice e guadagnarsi la propria libertà.

Per tutto il resto, sebbene quanto detto è già difficile che accada, non resta che stare a vedere.

Ray

4.08/5 (13)

Dacci la tua valutazione!