X-Ray Analysis – Capitolo 850

One Piece Capitolo 850

Benvenuto alla nuova X-Ray su One Piece Capitolo 850!

Ma prima… una digressione. One Piece Capitolo 850

Pochi giorni fa mi è capitato di rivedere “La Grande Partita“, un film biografico del 2014.

Narra la folle storia del più celebre scacchista di tutti i tempi: Robert James “Bobby” Fischer, un americano, di origini ebree, talmente fissato col gioco degli scacchi da sviluppare gravi disturbi della personalità. Visse in un periodo della storia molto particolare: erano gli anni della guerra fredda, gli anni in cui la Terza Guerra Mondiale non arrivò mai sui campi di battaglia, ma venne condotta su tutt’altri fronti, in una folle corsa ideologica volta a “mostrare i muscoli” e dimostrare, in soldoni, quale nazione fosse la migliore. Dalla corsa allo spazio, allo sport. Ogni settore che imponeva una competizione era un potenziale campo di battaglia. Il gioco degli scacchi, per l’immane calcolo strategico che impone, a maggior ragione non ne fu esente. Lo storico scontro fra Bobby Fisher e il russo, nonché campione in carica, Boris Spassky, fu uno degli eventi più seguiti e attesi al mondo. Si vociferava addirittura che da quello scontro dipendessero le sorti dell’America. One Piece Capitolo 850

Ma perchè vi sto parlando di questo film?

Perché la strategia che secondo Fischer adottavano i russi è molto simile a quella che sembra stia mettendo in atto Big Mom, un personaggio che non a caso, come ho dimostrato nell’approfondimento su lei e Pudding, prende in prestito molti elementi dalla strega del foklore russo Baba Yaga, nonché da Alice del Paese delle Meraviglie, dove, al servizio della perfida Regina Rossa vi è proprio un esercito di pedoni da scacchiera, per altro già visti in tutte le salse. Sarà un caso?

cattura60

Ora, suddetta strategia consisteva nel rassicurare l’avversario, aprendo varchi e mostrando apparenti punti deboli, inducendolo così all’errore fatale. Come un fuoco che attira la povera falena, così i russi distruggevano i loro avversari, con strategie a “tela di ragno” che permisero loro di guadagnarsi le posizioni più alte della classifica mondiale. Questo è quello di cui, lentamente, ci si comincia a rendere conto proseguendo lungo la trama di Whole Cake Island, un’isola che in realtà si presenta, figurativamente, come un’immensa scacchiera, con pedoni e pedine mosse con precisione chirurgica per raggiungere, alla fine, il tanto desiderato Scacco Matto, ossia il potere militare e scientifico della Germa. One Piece Capitolo 850

Il personaggio di Pudding in questo caso gioca davvero un ruolo essenziale. Se prendiamo per buona la sua vera indole, cosa che lei dice sanno solo i suoi familiari, i conti, pressappoco, tornano.

Ciò che sostanzialmente continua a non convincermi è la figura di Nitro. One Piece Capitolo 850

Come dicevo nello scorso approfondimento:

La figura di Nitro, invece, potrebbe essere un richiamo agli esseri brainslugparassitari Brain Slugs di Futurama. Questi, fra le altre cose, avevano la capacità di manipolare la mente dei malcapitati. Quindi se è vero che esiste un legame esistenziale indissolubile fra Pudding e Nitro, è possibile che quest’ultimo possa avere un’influenza più o meno importante su di lei. È inoltre parere comune che possa essere un pezzo di gelatina animato da Big Mom, e come tale controllato dalla stessa per sorvegliare Pudding. Eppure, per quanto sensato, andrebbe detto per completezza che nessuno fra i figli di Big Mom si porta appresso una “telecamera” costantemente puntata addosso. Se così fosse, sarebbe un’anomalia interessante, cui si somma quella caratteriale del personaggio. Potremmo dunque azzardare l’ipotesi che Nitro esista per via della bontà d’animo di Pudding? One Piece Capitolo 850
Eppure Nitro non ha fatto nulla per impedirle di consegnare a Luffy la scorciatoia per Whole Cake. Allo stesso modo non ha battuto ciglio dinanzi alle rivelazioni che Pudding ha fatto a Sanji privatamente. Allora le cose sono due:

  1. Pudding è un essere malvagio, al pari di buona parte dei suoi fratelli e sorelle. Ma in tal caso la presenza di Nitro sarebbe ridondante e giustificata solo come elemento decorativo e/o di compagnia.
  2. Pudding è di animo gentile, esattamente come ha dimostrato di essere. Come tale Nitro potrebbe esistere proprio per sorvegliarla, ed il fatto che sia rimasto in disparte finora potrebbe voler dire che quanto compiuto da Pudding fosse perfettamente in linea con i piani di Big Mom. One Piece Capitolo 850

Inoltre dicevo:

La presenza di Nitro è congiunturale all’univocità dell’pudding-erdbeeren-sossealimento che ogni figlio/a di Big Mom rappresenta. Pudding infatti, esattamente come l’omonimo budino, si porta appresso la gelatina decorativa. L’immagine in questo caso è estremamente esplicativa.

Appurato che Pudding pare in realtà un essere malvagio, Nitro è, come nel piatto omonimo, solo un elemento decorativo e/o di compagnia? One Piece Capitolo 850

Non è un’ipotesi da scartare a priori, ma, considerando che probabilmente è proprio lui a infliggere le ferite che abbiamo visto sul corpo di Reiju, è probabile che magari sia stato pensato come “guardia del corpo”. D’altronde abbiamo appena detto che a Pudding competeva il ruolo più rischioso e importante, e la stessa Pudding dichiara di essere la preferita di Big Mom.

Portare avanti questa ipotesi e concludere quindi, banalmente, che Pudding è un essere malvagio, ci porta a tagliare fuori, di netto, una serie di elementi che potrebbero ancora avere la loro importanza nella narrazione. Quali?

  1. Stando al riferimento citato, escludiamo ogni sorta di influenza negativa da parte di Nitro.
  2. Se il piano era quello di uccidere tutti durante il matrimonio, perchè spifferarlo deliberatamente a Luffy e Nami?
  3. Sempre se il piano era questo, perchè prendere ed eliminare Reiju anzitempo? A quale scopo?

Partendo dall’ultimo punto, pensare che Reiju fosse talmente forte da condizionare le sorti di un agguato così ben ideato sembra a tratti inverosimile. Sicuramente è una pedina in meno da far fuori, ma in fin dei conti non sarebbe stato più saggio aspettare l’evento o farli fuori tutti direttamente? Considerando che le nozze saranno ancora l’indomani, non pensate che la scomparsa di un membro della famiglia dello sposo desterebbe sospetti forti? Specialmente se ricordiamo che Yonji aveva già suggerito eventuali contromosse o furbate da parte di Big Mom. Stanno tutti sul chi vive… alla minima stortura si scatena il putiferio.

Inoltre, rileggendo il manga col senno di poi, capisco perchè Big Mom si è adoperata così sagacemente per far stare buoni tutti, Sanji in primis, con promesse al limite dell’assurdo. Eppure, fu proprio Big Mom a dire a Pudding di fare esattamente ciò che lei diceva, ma è arduo spingersi a pensare che nel piano fosse contemplata l’eliminazione di Reiju. Perchè proprio lei? Aveva forse visto o sentito qualcosa che non doveva vedere o sentire?

In questo senso, non posso non pensare al messaggio di Pekoms, al suo rapimento e alla sua eliminazione da parte di Capone. Perchè ha scritto “fuggite“? Cosa aveva scoperto? Sapeva forse che, dietro quelle nozze, si celava un piano diabolico per distruggere i Vinsmoke e Luffy, facendogliela pagare così per l’affronto conseguito sull’isola degli uomini pesce? In fin dei conti, se ci pensate bene, sarebbe come prendere due piccioni con una fava. Anzi tre, se aggiungiamo anche Caesar Clown. Un vero e proprio Scacco Matto.

cattura61Ma sappiamo che gli ingranaggi di questo complesso e intricato piano salteranno. Potremmo persino dire che sono già saltati. Non sappiamo ancora cosa sia accaduto, se sia intervenuto Sanji o se Reiju sia riuscita a contrattaccare, fatto sta che l’abbiamo vista pesantemente ferita ma libera di muoversi. Verso dove? Beh, io credo proprio che stesse andando ad avvisare i suoi familiari, coperta quasi sicuramente da suo fratello, che ora avrà tutti i buoni motivi di questo mondo per scatenarsi. Probabilmente poterà anche una informazione circa Luffy e Nami (data da Sanji), dato che i Mugiwara, ora più che mai, saranno necessari per uscire da quella trappola infernale. One Piece Capitolo 850

Su ciò che è stato fatto a Reiju torniamo dopo. Proseguiamo col ragionamento e vediamo dove porta.

Abbiamo capito che, se realmente Big Mom aveva già pianificato tutto, è evidente che qualcosa sta andando storto. Chi è che gli ha messo i bastoni fra le ruote? Luffy e Nami? No di certo, anzi era quasi impaziente di riceverli. Sanji? Forse si, ma solo in parte e solo per la vicenda di Reiju. In realtà è la stessa vicenda di sua sorella un’anomalia grande quanto un palazzo. Pudding ha corso un rischio enorme, ed è molto probabile che il tutto sia andato già in malora. Se Big Mom è davvero una così sadica calcolatrice, avrebbe forse trascurato questo dettaglio?

Viene normale ritornare con la mente al capitolo 834, la dove vediamo Capone eliminare Pekoms. Dalle parole del Mink capiamo subito che non si trattava di un ordine di Mama, ma di una sua iniziativa, che forse nascondeva un altro fine, ben più ambizioso. Tuttavia sarebbe già il secondo evento fuori programma. E allora comincia credo a insinuarsi ancor più forte la tentazione di considerare che, dietro alla burattinaia Big Mom, ci sia un altro direttore d’orchestra, una mente ancor più fine e sadica.

Un complotto nel complotto? Sarebbe davvero un gran colpo di scena. Ma ad opera di chi?

Abbiamo detto che nel comportamento di Pudding qualcosa non torna. Pur mostrandosi così sadica e malvagia, le è capitato di pensare, in un attimo di solitudine dove evidentemente non aveva bisogno di fingere, a sua sorella Lola. Subito dopo è andata a spifferare tutto a Luffy e Nami, con la netta volontà di sconvolgerli e farli infuriare.

Si è persino guadagnata un posto di tutto rispetto fra le grazie della madre, che ora la tiene in enorme considerazione. Lei di contro, fa leva su questa cosa per fare un po’ quello che le pare, come quando ha scelto il proprio abito da sposa. Tuttavia, quando la domestica le fece notare che Big Mom non era d’accordo mi è sembrato di cogliere una nota di disappunto, molto ben dissimulata. One Piece Capitolo 850

Potremmo ipotizzare che lei in realtà sia pura di cuore ma che sia stata adeguatamente manipolata, magari prendendo spunto dal riferimento che abbiamo citato circa i Brain Slugs. Purtroppo, però, non abbiamo elementi che provino una manipolazione mentale da parte di Nitro. Anche perchè se si tratta di un semplice Homie la vedo molto difficile che riesca a prevalere su una figlia di Big Mom.

Piuttosto prende sempre più piede l’idea che Pudding in realtà, pur essendo malvagia, odi profondamente sua madre e stia tramando insieme a Capone contro di lei. In questo caso si rivelerebbe doppiamente malvagia e ancor più interessante.

nitroNon se l’avete mai notato, ma Nitro assomiglia in modo sfacciato a Capone. Persino il capello è uguale. Che sia un Homie creato con un pezzo della sua anima? Probabile, ma non solo. Nitro potrebbe essere il tramite fra Pudding e Capone. Qui però scendiamo nella pura speculazione, perchè alla domanda: “come farebbe Capone a comunicare con Pudding?” l’unica risposta che mi viene in mente tira in ballo l’uso del terzo occhio.

E qui torniamo a Reiju. Cosa le è stato fatto?

All’apparenza sembra che sia stata “tramortita”. Sembra quasi semi-ipnotizzata da Pudding, mentre Nitro, oltre a tenerla legata, pare che riesca a ferirla. Potrebbe essere una sorta di sanguisuga, e questo spiegherebbe la debolezza successiva di Reiju, che stenta a reggersi in piedi avendo evidentemente perso litri di sangue.

Arrivati a questo punto non ci resta che aspettare il prossimo capitolo e vedere cosa accadrà veramente, cosa che potremmo sapere prima del 2017. Nel frattempo, io avrei finito.

Questa sarà quasi sicuramente l’ultima X-Ray dell’anno, ma spero sia stata comunque piacevole. Colgo l’occasione per ringraziare la novella staffista DocQ, che mi è stata di grande aiuto per la stesura di questo articolo, i miei compagni di ciurma e soprattutto voi lettori. Auguro a tutti Buon Natale. One Piece Capitolo 850

Mi raccomando, aspetto i vostri commenti.

Alla prossima.

Ray

4.85/5 (20)

Dacci la tua valutazione!

Continue Reading

X-Ray Analysis – Capitolo 793

capitolo 793

Innanzi tutto, ben ritrovati a questa X-Ray Analysis sul Capitolo 793

Ormai di rado scrivo sul blog, ma questa volta c’è così tanto da dire che è praticamente necessario farlo.

Come molti di voi sapranno (dato che lo scrivo spesso in pagina) al momento mi trovo sotto esami d’un certo tipo quindi ahimè vado a intermittenza e spesso quando intervenite mi ritrovo a rispondere dopo giorni o peggio, a non rispondere proprio (ne approfitto per ringraziare il mio collega Brunets che si sta facendo in quattro anche per questo).

Ma veniamo a noi.
Partiamo dalla cover, che sembra una cosetta tanto per, buttata li quasi per scherzo, e invece tradisce una parziale conferma a quelli che sono i riferimenti (folkloristici, fiabeschi, mitologici etc) da cui Oda ha preso spunto per delineare i tratti essenziali del personaggio di Usopp.
Per molti di voi non starò dicendo nulla di nuovo, ma per tutti gli altri due paroline in croce le vorrei scrivere. Le figure che si vedono in compagnia di Usopp sono il celeberrimo Pinocchio di Carlo Lorenzini e una delle tante raffigurazioni del Tengu, ossia una creatura appartenente all’iconografia giapponese che in alcune sue versioni “umane” ha come tratto caratteristico proprio un naso molto pronunciato (per la gioia di Sugar). Fra le tante cose che si potrebbero dire dei Tengu (ma non diciamo sennò ci esce l’Odissea) particolare interesse riveste la loro capacità strategica e le loro abilità come armaioli, due doti che in trasparenza possiamo ritrovare anche in Usopp.
Se poi c’aggiungiamo la figura di Pinocchio e quindi la sua proverbiale indole a dire bugie, ecco fatto il mix delle caratteristiche essenziali di Usopp: bugiardo, col naso lungo e con blande capacità di “stratega” (o meglio di ingannatore) e di armaiolo (tant’è che prima che arrivasse Franky a rispolverare l’artiglieria pesante era lui che costruiva rudimentali strumenti di difesa o di attacco, vedi la sua Kabuto o il bastone Clima Tact di Nami).
Poi ovviamente Usopp ha sviluppato un proprio “io”, per cui si distingue nettamente da queste due figure, ma di fondo le fonti di ispirazione più importanti di Oda son state proprio queste due.

Ma vorrei chiedervi… avete notato altro? Magari qualche riferimento al Giappone? No perchè, a parte il Tengu che è proprio caratteristico della cultura giapponese, anche la fauna che viene disegnata sullo sfondo assomiglia molto allo stile Bonsai tanto caro agli orientali. Tenete a mente questo dettaglio perchè ricomparirà più avanti e darà dei sostanziosi spunti di riflessione.

Quindi, si apre il capitolo.
Fujitora. Alza la testa, non alza la testa. Scuse…
No va beh, sta pubblicità ha rotto il ca**o, lasciamo perdere.

Una cosa però bisogna dirla: ciò che sostiene Fujitora è coerente con ciò che lui ha fatto fino ad ora, e sebbene ciò che ha fatto fino ad ora può essere oggetto di critica, non può esserlo lui in quanto tale, perchè è un personaggio che “funziona”. Mi spiego meglio.
Fujitora una volta arrivato sull’isola si rende conto della situazione drammatica in cui versa la nazione di Dress Rosa. Tutto questo a causa del suo re, un tiranno come tanti, se non fosse che quel tiranno è riuscito a ottenere quel posto grazie ai vantaggi osceni offerti dalla carica di Flottaro concessagli dal Governo. Quindi in sostanza, dietro quel dramma c’è il Governo, di cui la Marina fa parte in quanto ente governativo.
Ora, un marine normale, con il suo senso di giustizia, avrebbe sicuramente agito attivamente, magari con furbizia, per crearsi il pretesto ideale per attaccare Doflamingo (anche se non è che ne servissero poi chissà quanti di pretesti viste le sue malefatte). Ma Fujitora, oltre ad avere uno spiccato senso della giustizia è anche un giocatore d’azzardo, e difatti lui giustifica il suo operato (va beh, potete ridere) dicendo: “potevo fare qualcosa… e ho fatto una scommessa” (potete ridere anche qua).
Sostanzialmente lui ha preso, diciamo, troppo sul serio questa faccenda dell’intoccabilità dei Flottari (anche se sappiamo che è tutta una necessità di trama, ed è per questo che traspare qualche piccola forzatura) sperando che il tutto si risolvesse nel modo più naturale possibile, ossia che tutto quel macello muovesse gli animi di qualche nobile pirata (che già di per se è una rarità) che con le giuste credenziali (anche trovare qualcuno che fosse più forte di Mingo era parecchio difficile) e un pizzico di fortuna avrebbe potuto sconfiggere il tiranno e come tale far decadere il suo status di “protetto” (per la gioia dei fans che finalmente avrebbero goduto di potenziamenti e botte da orbi). Ma alla fine nulla di nuovo.

Vi ricordate Crocodile?

Come mai questo personaggio, che tra l’altro viene anche nominato nel capitolo e conferma il parallelismo Arabasta/Dress Rosa, è uscito dalla flotta dei sette? Perchè è stato sconfitto da un altro pirata.

La Flotta è un’organizzazione governativa che riunisce sette fra i più forti pirati al mondo e li vede al servizio del “bene” (almeno sulla carta, poi ognuno sfrutta i privilegi e le indennità per fare e sfare quello che vuole). Nel momento in cui uno di questi venisse sconfitto equivarrebbe a dire che esiste qualcuno più forte di lui, quindi via dalle palle.

Fujitora ha scommesso su questo, così poi avrebbe dovuto soltanto arrestare Mingo per le sue malefatte, e a rimorchio anche gli altri pirati, perchè, ricordatelo, lui a causa del suo senso di giustizia così forte tende a fare di tutta l’erba un fascio. Non credo che arriverebbe a privilegiare mai un pirata, per quanto utile possa essere il suo contributo (altrimenti non sarebbe più coerente, mi pare ovvio). Difatti questo è il motivo per cui Riku, vecchio Dildo, suggerisce a Tank di portare tutti a palazzo.

Ma allora perchè Fujitora ha scommesso proprio su Luffy?
Beh qui l’ovvia necessità di trama viene in qualche modo giustificata da un intervento ante facta di Smoker, il quale gli dice: “guarda, Arabasta stava per diventare una nazione governata da pirati, proprio come lo è ora Dress Rosa, e se non fosse stato per Cappello di Paglia e i suoi, noi della Marina non avremmo potuto fare nulla”.
Forte di questo precedente, quando Fujitora mette a fuoco la situazione (insomma, si sprecano battute) decide di scommettere su un bis di Cappello di Paglia. Il resto lo sappiamo.

Tutto questo in sostanza ha senso.
La vicenda è costruita ad hoc per funzionare, non c’è dubbio, e ancora una volta il Maestro se ne esce a testa alta, perchè se prima si poteva stare li tranquillamente a dire “ma che ca**o di Marine è Fujitora?” , ora diventa decisamente più complicato trovare contraddizioni nella sua costruzione. Rimane comunque legittimo non farselo piacere… si tratta di scelte dell’autore (magari pilotate a volte dai suoi editor) che come molte altre possono piacere o meno, ma non si dica che Oda mette dentro personaggi senza senso.

A me è piaciuto? Devo dire di si… non mi fa impazzire, ma è un personaggio che nella sua apparente stranezza nasconde originalità e spessore. Poi dopo aver abbaiato contro il Cane a maggior ragione.

Il capitolo si intitola difatti “La Tigre e il Cane“, facendo riferimento agli animali che identificano i due personaggi, e difatti, sebbene ne succedano di cotte e di crude, una cosa che colpisce è proprio l’audacia di Fujitora nel far valere le sue ragioni.
Volendo riesumare una interpretazione che mi piace molto del mio amico Frank del B&R, Oda potrebbe essere Fujitora e Akainu i suoi editor. Come sappiamo molte scelte non sono dettate dal libero arbitrio dell’autore, ma sono influenzate, talvolta pesantemente, dalla volontà degli editors, il cui unico scopo è quello di massimizzare il profitto dell’opera. Allora potremmo vedere da un lato un personaggio/autore che si scusa con il resto del mondo/lettori circa determinate scelte di cui non è il diretto responsabile, dall’altro un capo/editor che rimprovera il personaggio/autore per averlo messo in cattiva luce dinanzi al mondo intero.

Ma ritorniamo da quest’altro lato della quarta parete.

Akainu non fa la voce grossa solo con Fujitora, ma anche coi Cinque Astri. Tutto comincia dall’annuncio delle false dimissioni di Doflamingo. Come ricorderete la notizia comparì sui giornali di tutto il mondo, ma tramite la CP0 si venne a sapere che in realtà la notizia era falsa. Allora Akainu giustamente si chiede: “perchè mai siete stati al gioco di un Drago Celeste prendendo per il culo il mondo intero?” …è chiaro che lui ignora le debolezze del Governo nei confronti di Doflamingo. deve costare un occhio della testa ai Cinque Astri ammettere, anche silenziosamente, che Mingo conosce dei segreti che nessuno, nemmeno il Grad’Ammiraglio,  dovrebbe sapere e che è per questo che fino a quel momento gli hanno permesso di fare tutto ciò che voleva.

Ritengo che un caso isolato come Doflamingo non rende di fatto i Cinque Astri delle marionette nelle mani dei Draghi Celesti. Abbiamo visto più volte che l’operato e le decisioni dei Cinque Astri sono avvenute in completa autonomia. Per gli accadimenti di Ohara non si vide un solo drago celeste, nè si vide quando si doveva cercare un nuovo flottaro che rimpiazzasse Crocodile. L’unico momento della storia in cui un Drago Celeste ha avuto peso politico è stato per l’approvazione della proposta di Otohime, ed è coerente con l’impostazione ipotetica di Draghi Celesti come ministri, e Cinque Astri come capi del governo.

Ma il discorso non è finito. Akainu continua, sostenendo che a causa delle loro azioni la Marina avrebbe potuto rimetterci la faccia, perchè spetta a loro occuparsi in prima linea dei pirati. Chiaramente organizzare delle azioni o delle spedizioni sulla base di false notizie li coprirebbe di ridicolo. Ma agli Astri non frega una mazza della credibilità della Marina. Loro rimangono un’ente di facciata, che in pratica deve occuparsi delle faccende grossolane. Quando il gioco comincia a farsi complesso non è più la Marina che deve intervenire, ma il Cipher Pol. In questo caso il CP0.

Questo corpo militare segreto è la mano armata del governo che sostanzialmente agisce per fare scattare i meccanismi più complessi della società e in qualche modo decidere le sorti di una o più nazioni. Il corrispettivo reale può essere tranquillamente la CIA. Ormai non è un segreto che il governo degli Stati Uniti, in anni passati, abbia incaricato la CIA di occuparsi del cosiddetto “lavoro sporco”, quindi imbastire falsi teatrini, creare falsi pretesti, far infiltrare questo o quello per generare ad hoc conflitti e disequilibri che avrebbero innescato la macchina bellica americana e tutta una serie di meccanismi congiunturali atti a fare ripartire l’economia statunitense, da sempre energivora in termini di risorse. Tutto il Cipher Pol è pensato per agire in questo modo. Il CP0 in particolare dovrebbe avere scopo “difensivo”, quasi come un ultimo bastimento a tutela del Governo, da cui anche il termine Aigis che richiama il famoso scudo di Atena. Il CP0, in altre parole, è quel ramo che viene messo in campo quando le viscere più intime del Governo rischiano di essere fatte a pezzi. Credo che il CP0 si sia trovato a Dress Rosa per assicurarsi che Doflamingo non pisciasse fuori dal vaso. Tutto il resto non era di loro competenza, anzi, forse saranno anche stati intimamente grati a Luffy per averlo messo fuori combattimento. Per il Governo Doflamingo era una vera e propria mina vangante.

Poi beh, sappiamo che alla notizia della sconfitta di Mingo e del gesto di Fujitora, Akainu, che si preoccupava delle sorti della dignità della Marina in seguito a sconsiderate azioni da parte dei Cinque astri, ora deve fare i conti con la sconsideratezza di uno dei suoi, che alla credibilità della marina ha assestato un bel colpo (alla faccia sua).

Detto questo, passiamo alle altre chicche-bomba

1) Kuzan si allea con Barbanera. Cosa avrà in mente il nostro caro ex-ammiraglio? Non sembra esser mai stato di indole malvagia… assieme alla Marina ha forse abbandonato anche le sue ideologie? oppure sta solo cercando di strumentalizzare Barbanera per i suoi scopi?
Pensavo che potrebbe essersi schierato con i Rivoluzionari e far la parte dell’infiltrato, magari per recuperare informazioni direttamente dall’interno della ciurma, per monitorarne i movimenti o le decisioni, ma potrei anche sbagliarmi…

2) Kid – Hawkins – Apoo mirano alla testa di Shanks. Devo dire che una notizia del genere fa il suo effetto, perchè considerando che Shanks e compagni sono dei mostri nell’utilizzo dell’haki, se ne deduce che o questi tre possiedono le caratteristiche per poter infastidire Shanks, oppure sono solo un trio di coglionazzi che spara a ruota libera, considerando che poco prima ce l’avevano con Big Mom.

3) Capone si è alleato con Big Mom. Da cosa si capisce? Beh dalla vignetta in basso a destra della scan, dove viene ritratta chiaramente una parte della nave di Big Mom, e dal corrimano con il motivo a spirale bicolore tipico delle leccornie presenti sulla nave dell’imperatrice. Lui sostiene che i suoi “nakama” (cioè gli scagnozzi di Big Mom, e non Luffy e Law) stanno lavorando davvero bene e che è il momento di recuperare Caesar.

Conclusione: Sanji, Nami, Chopper e gli altri le stanno prendendo di santa ragione e potrebbero essere presi prigionieri a breve. Chissà se un Momonosuke incazzato può riuscire a ribaltare le sorti del duello.

4) Tsuru.
Per potervi raccontare quel che penso al riguardo devo necessariamente riportarvi il dialogo corretto:

Sengoku: Cosa c’è, Tsuru-Chan? Non era necessario che venissi fin qui.
Tsuru: non spetta a te dirlo, ispettore.
Sengoku: Beh, in fondo hai ragione… hai dato la caccia a questi pirati per parecchio tempo.
Tsuru: Si, come mi avevi ordinato di fare.

Innazitutto, perchè Sengoku?

Se ricordate, quando Law era ancora un bambino, la catena di comando circa lo spionaggio di Doflamingo era: Rosinante – Tsuru – Sengoku. Quando Rosinante è morto, Tsuru era a un tiro di schioppo da Doflamingo, ma non è riuscita a catturarlo, e credo che la morte di un suo sottoposto le sia rimasta sulla coscienza per tutto questo tempo.

Allora penso che quando Sengoku dice a Tsuru: “hai dato la caccia a questi pirati per parecchio tempo” è come se la stesse congedando, come se le stesse dicendo: “ora che quei maledetti pirati sono stati catturati, puoi metterti l’anima in pace.. non è più necessario che continui a prestare servizio”, perchè a ben pensare, Rosinante glielo hanno ammazzato praticamente sotto il naso… dunque non sarebbe così insensato un rimorso di coscienza tale da spingerli a compiere quell’ultima missione per il loro uomo.

5) Riappare Bonney.
Ancora una volta incappucciata, ancora una volta con della pizza in mano. Non si riesce ad evincere nulla, se non che è ancora a piede libero e apparentemente slegata da organizzazioni come i Rivoluzionari.

6) Riappare Urouge.
Il sacerdote viene avvisato dai suoi che la solitaria nuvola isolana che avevano scelto per curare le sue ferite, in realtà così solitaria proprio non è. C’è qualcuno… e chi sarà mai? A molti viene in mente Enel, e c’avete ragione… ma potrebbe essere anche qualcun altro. Ricordo infatti che Enel si trovava al comando di un intero esercito di robottini… non passerebbero inosservati. senza considerare l’Arca Maxim, che da sola è come un faro nella notte.

Quindi chi altri potrebbe soffermarsi su un’isola nel cielo? Mi vengono in mente solo personaggi in grado di volare, come Marco o Laffitte… ma chissà. Vedremo.

7) Appare Kaido (???).
Una delle notizie più clamorose che ho sentito riguardo al capitolo è stata proprio questa. Finalmente vediamo Kaido nella sua forma animalesca!
A mio parere quello che si vede però non è Kaido. Ricordate cosa dicevo all’inizio circa il Giappone?
Ebbene nell’isola di Drake si vede la stessa vegetazione che abbiamo visto nella cover, e che abbiamo detto essere tipica del Giappone. E allora non potrebbe essere che anche quell’ombra sia qualcosa di tipico giapponese?

Forse si, osservate.

Quello a destra è un tipico castello dell’era Edo, dimora dello Shogun giapponese. Quelle che sembrano corna, in realtà potrebbero essere l’enfatizzazione di due particolari architettonici che si intravedono appena, e che di seguito provo a mostrarvi meglio:

quello sulla destra è il cosiddetto Kinshachi o Golden Tiger Headed-Dolphin, un particolare tipico del Castello Nagoya. Queste “protuberanze” si credeva fossero talismani contro gli incendi (un male parecchio pericoloso considerando che questi castelli erano in buona parte costruiti con il legno).

Ma voi direte: “ok, tutto bello e figo, ma non potrebbe essere semplicemente Kaido?”
Certo, ma che senso avrebbe urlare “Kaido-sama! Dove siete?!” …dinanzi ad una imponente e maestosa ombra cornuta? XD

Più semplicemente quella che si vede sarà la sua dimora. Ordunque dove ci troviamo? Ci sarete già arrivati. Nel Paese di Wano! La patria dei samurai, nonchè terra natìa di Kinemon e Momonosuke.

In proposito ci sarebbe molto da dire, ma ho già scritto un papello infinito, magari mi riservo un approfondimento al riguardo per un’altra volta.

8) Per finire, riappare Vegapunk! O meglio, viene nuovamente nominato e a quanto pare in concomitanza al Tea Party potremmo avere il piacere di conoscere finalmente lo scienziato più brillante e famoso del mondo. Chissà quante sorprese ci riserverà quell’incontro. Secondo voi perchè Tashigi e Smoker stann portando i bambini da Vegapunk? Forse sperano in una cura?

Bene, credo di aver spuntato tutta la scaletta… se ho dimenticato qualcosa fatemelo sapere nei commenti. In ogni caso, fatemi sapere la vostra.

In conclusione, già nella passata X-Ray mi aspettavo un capitolo bomba prima del cap. 800, e comunque prima di Settembre. Devo dire che Oda ha bruciato le tappe e ci ha servito un’atomica di tutto rispetto, che finalmente comincia a fare chiarezza su alcune cose, ma ahimè, getta ancora molte ombre su molte altre questioni.

Voto 9/10.

Buon fine settimana tutti.

Ray

Nessuna valutazione.

Dacci la tua valutazione!

Continue Reading